::: Home ::: Azienda ::: Prodotti ::: Marchi e Brevetti ::: Piano Marketing ::: Informazioni Contatto :::

L’Aloe Vera Pianta

L’Aloe Vera Pianta Barbadensis Miller

L’Aloe Vera Piantagioni Barbadensis Miller, si riferisce alla Aloe Barbadensis Miller.

Pianta Barbadensis Miller




Sebbene ci siano molte specie di Aloe va per la maggiore il termine Aloe Vera (Aloe vera) che si riferisce alla Aloe Barbadensis Miller. Completamente sviluppato la struttura vegetale raggiunge 60-90 cm di altezza, e una foglia matura è di 7 a 10 cm in tutta la base, del peso di 1,5 a 2 kg.

La foglia che si trova più in basso, più vicino al suolo è usata per scopi medicinali. Se la foglia inferiore viene tagliata a fette o incisa, il gel ottenuto può essere applicato sulla zona interessata della pelle. Foglie e semi sono le due parti commestibili dell’Aloe Vera.

La struttura foglia di Aloe si compone di quattro livelli:
Crosta – lo strato esterno di protezione;
Sap – uno strato di liquido di colore che aiuta a proteggere la pianta dagli animali;
Mucillagine Gel – la parte interna della foglia che viene filettato per ottebnere il gel di aloe vera.

Aloe Vera (gel interno) contiene gli 8 aminoacidi essenziali sono necessarie per le esigenze del corpo umano, ma che non può produrre.

Aloe Vera ha un sapore amaro che può essere sgradevole allo stato grezzo. È possibile abituarsi al gusto del gel di aloe vera, ma se ciò non avviene, si consiglia l’aggiunta di alcuni succhi di frutta aiuta per renderlo più appetibile.

C’è molta confusione tra Aloe Vera Gel e succo di Aloe Vera: i due concetti vengono spesso sovrapposti. Il termine “Gel” si riferisce alla sostanza interna della foglia, mentre “Succo” si riferisce a “Aloe Latex”, una sostanza amara trovano appena sotto la pelle della foglia.

Riconosciute autorità in materia di Aloe Vera sostengono che solo il gel di aloe vera fresca, che mantiene inalterato lo stato interno della foglia, mantiene tutte le proprietà notevoli.







I contenuti qui presentati non intendono curare o prevenire alcuna malattia specifica. Si consiglia di consultare sempre il proprio medico di famiglia per eventuali indicazioni. Pertanto le dichiarazioni qui contenute non sono state sottoposte al Ministero della Salute.